Breslavia – la città degli gnomi

Breslavia – la città degli gnomi

di Luca Palmarini.

C’è una città polacca, Wrocław (it. Breslavia), dove da qualche anno hanno fatto la loro comparsa dei simpatici gnomi. A queste piccole creature questa città deve piacere molto, in quanto il loro numero sta aumentando di anno in anno; quelli che già vi abitano hanno di sicuro informato i loro simili del fatto che si tratta di un posto ideale per abitarvi. Il fatto che Wrocław sia per loro una città “a misura d’uomo” sembra quindi essere il motivo più plausibile di questa scelta, ma questa emigrazione di massa di gnomi ha comunque dato origine a differenti teorie. In tutta la Polonia, proprio come nella vecchia canzone di Edoardo Bennato, molti dotti, medici e sapienti si sono confrontati in lunghi congressi e aspre discussioni, al fine di chiarire il motivo dell’arrivo in città dei piccoli esseri.

Alla fine due sono le versioni ritenute le più credibili . A voi scegliere quale sia la più veritiera. Per chi ama viaggiare attraverso la fantasia, esiste una bella storia. Essa narra di uno spiritello cattivo, in polacco “chochlik”, il quale aveva viaggiato a lungo su una zattera lungo il fiume Odra, e quando arrivò a Breslavia, incantato dalla bellezza dei palazzi che si specchiavano nelle acque del fiume, decise di ormeggiare la zattera e di scendere a visitare la città. Gli piacque talmente tanto che si convinse a restarvi. L’unico problema è che era di animo dispettoso e se la prendeva con gli umani che vi abitavano : amava slacciare le scarpe ai breslaviani mentre loro aspettavano l’autobus, metteva il sale al posto dello zucchero nei bar, colorava l’acqua delle fontane. Esasperati dai suoi scherzi i cittadini decisero allora di chiamare gli gnomi perché li aiutassero a mandarlo via. Alla fine, non senza fatica, le piccole creature riuscirono nel loro intento; il chochlik tornò alla sua zattera e salpò verso un’altra città; ancora oggi non sappiamo quale essa fosse e non sappiamo nemmeno se un giorno tornerà a Breslavia. Come premio per il loro aiuto, agli gnomi fu permesso di restare in città e di prendere possesso della sua parte sotterranea. Da quel momento essi appaiono qua e là nelle vie della città, proteggendo gli abitanti da qualche eventuale presenza molesta e da un eventuale ritorno dello spiritello cattivo. Continua a leggere su LA POLONIA DI LUCA – UN BLOG DI STORIA E CULTURA POLACCA