Polonia: La Regione di Łódź – desiderio di trasformazione

Situata esattamente nel centro della Polonia, la Regione di Łódź ha dimostrato più volte nella sua storia di essere capace di cambiare. Il suo omonimo capoluogo si è evoluto da piccolo villaggio agli inizi dell’Ottocento, per poi diventare la “terra promessa” dell’industria tessile, mentre oggi è una città piena di fascino che pulsa di energia creativa e di voglia di trasformazione. Spazi postindustriali rivitalizzati, atmosfere liberty, arte contemporanea, i migliori murales della Polonia: questi sono i segni distintivi di una città moderna e frizzante che, tuttavia, guarda con attenzione al suo passato multiculturale e industriale, preserva la memoria ed è un punto di partenza per esplorare una regione ricca di verde e di storia, dove troviamo antiche chiese romaniche, i colori del folklore di Łowicz, città medievali, lunghi percorsi equestri e, addirittura, la mitologica Arcadia!

Łódź, il capoluogo

Il capoluogo, Łódź, è una città piena di contrasti e di energia creativa e che accoglie viaggiatori che amano scoprire realtà nuove, per chi ama il cinema, l’arte, la moda e i locali di tendenza. Eclettica, intrigante e sorprendente, Łódź è sempre rivolta al futuro e al miglioramento. I suoi contrasti rimangono sempre affascinanti: fabbriche di mattone che ricordano il celebre passato industriale degli inizi dell’Ottocento circondate da tantissimi parchi; gli imponenti palazzi in stile liberty accanto ai migliori murales della Polonia e alle installazioni dell’arte contemporanea.

La centrale via Piotrkowska

Orgogliosa del suo passato industriale, la “terra promessa” di Łódź oggi rivitalizza molti spazi che a suo tempo erano fiorenti fabbriche in mattone. Questo aspetto della storia della città è valso alla città il titolo di Monumento della Storia e si riferisce agli aspetti urbanistici creati proprio durante il passato industriale della città, comprendendo soprattutto le fabbriche e le ville storiche, e luoghi come la Piazza Wolności, le vie Stanisława Moniuszki e Piotrkowska, il complesso di fabbriche e residenziale di Ludwik Geyer, di Karol Wilhelm Scheibler, di Izrael Kalmanowicz Poznański, il Vecchio Cimitero Cristiano e il Nuovo Cimitero Ebraico.

Il Palazzo di Poznanski

Il primo e più noto esempio di rivitalizzazione è Manufaktura, una volta una delle fabbriche più imponenti di Łódź, oggi diventata una moderna struttura commerciale, una “città nella città”, ricca di negozi, luoghi di intrattenimento e di cultura.

Qui ha sede l’MS2, il nuovo Museo d’Arte contemporanea, che presenta importanti collezioni del XX e XXI secolo, prestigiosa filiale del Muzeum Sztuki (Museo d’Arte) – uno dei più importanti e antichi (istituito nel 1929) musei d’arte contemporanea al mondo, che si trova nell’imponente Palazzo di Maurycy Poznański. Un’altro esempio è Księży Młyn (Il Mulino del Prete), un vasto quartiere di ex fabbriche e abitazioni operaie che oggi, per il suo fascino particolare, attrae artisti, registi, fotografi e turisti.

Manufaktura

L’ex centrale elettrica, EC1, è diventata un grande centro di cultura e scienza, dove dal 2016 è attivo il Planetario più moderno della Polonia, con 18 m di cupola e uno schermo di 14 m in 8K (www.ec1lodz.pl, www.planetariumec1.pl). Per gli amanti delle atmosfere creative e bohemien c’è invece OFF Piotrkowska: un progetto originale di persone legate a mestieri creativi che hanno creato un posto lontano dalle dinamiche consumistiche, dove l’immaginazione delle persone è l’unico limite. In un unico posto abbiamo designer di moda, architetti, club musicali, ristoranri, gallerie, show rooms, concept store, sale prova, caffè…

CONTINUA A LEGGERE SU Polonia Travel, il Sito dell’Ente Nazionale Polacco per il Turismo

 

 

 


Visita la Polonia: Rzeszów