Cracovia è la Capitale Europea della Cultura Gastronomica 2019

Arte, storia, cultura, patrimonio UNESCO e nel 2019 anche la destinazione top per la scoperta enogastronomica: a Cracovia viene assegnato il titolo di Capitale Europea della Cultura Gastronomica 2019.

Il titolo è stato assegnato dall’Accademia Europea della Gastronomia, istituzione di riferimento per il mondo della gastronomia e parte della rete della prestigiosa Accademia Internazionale della Gastronomia (Académie Internationale de la Gastronomie – AIG).

Antica città dei re, capoluogo della regione più ricca di prodotti tradizionali, IGP e DOP della Polonia – la Malopolska – Cracovia ha da offrire una straordinaria ricchezza del territorio che garantisce qualità, freschezza e genuinità. La cucina regionale viene sempre più apprezzata anche all’estero e i migliori chef locali prendono spunto dalle tradizioni per ripensare in modo creativo i sapori che contraddistinguono questa terra. In questo modo, prodotti come i formaggi DOP (il noto oscypek, la redykolka, la bryndza), le carni (come la carne d’agnello della regione di montagna, il Podhale, o la salsiccia lisiecka), le mele di Lack, le prugne di Sechna, i fagioli “Piekny Jas” e molti altri prodotti legati a questa straordinaria regione, acquisiscono una nuova identità e vengono proposti in modo innovativo, tentando anche i palati più esigenti.

Infatti, non è un caso che Cracovia stia vivendo una rinascita anche dal punto di vista della ristorazione; è una delle due città polacche che vengono menzionate nelle migliori guide del settore: nella guida Michelin sono elencati 26 ristoranti della città, nella Gaullt et Millau quasi il doppio. 8 ristoranti vengono raccomandati dall’associazione Slow Food.

Al successo culinario di Cracovia hanno contribuito però non solo ricerche sul campo, ma anche l’atmosfera particolare dell’antica capitale polacca, l’aspetto storico originale intatto e lo specifico genius lociche la rende assolutamente unica. Nelle strade e nei vicoli storici di Cracovia, soprattutto nel suo centro medievale (patrimonio UNESCO), lungo la Vistola o nel quartiere ebraico Kazimierz, le pietanze hanno tutto un altro sapore. Qui tutto è storia, ma si guarda con coraggio verso il futuro. Tant’è che da Cracovia provengono alcuni degli chef più promettenti: Adam Chrzastowski, Rafal Targosz o Marcin Filipkiewicz che è stato nominato dall’Accademia Internazionale della Gastronomia lo Chef del Futuro (Chef de l’Avenir).

All’interno delle celebrazioni di questo anno intero dedicato alla gastronomia a Cracovia, verranno organizzate diverse iniziative e festival che vedranno coinvolti degli ospiti da tutto il mondo. Fra i vari punti del programma, spicca il congresso sull’enogastronomia (ottobre), le Slow Food Masterclass con i migliori chef e i festival dedicati alle prelibatezze locali, come l’obwarzanek (il pretzel IGP di Cracovia), i pierogi (leggi: pieroghi, i ravioloni ripieni), il pane o il vino.

Particolarmente innovativo il format della “cucina virtuale”, dove in contemporanea verranno preparati vari piatti della tradizione culinaria di Cracovia in diversi ristoranti sparsi in tutto il mondo e l’intera iniziativa verrà trasmessa in streaming.

CALENDARIO EVENTI A CRACOVIA