in

Bożena ed Edyta, polacche da Oscar tra balli e congressi

Le iniziative della loro associazione sono un punto di riferimento per i connazionali in Italia e all’estero. Un impegno premiato con i “Gufi d’Oro”

Roma – 7 maggio 2015 – L’immigrazione polacca in Italia è „rosa” e la maggior parte dei eventi della comunità è animata dalle polacche.

Bożena Wróblewska e Edyta Felsztyńska dell’ Associazione “Insieme” di Rocca di Papa vicino a Roma sembrano essere la personificazione di tutte quelle virtù che distinguono le donne polacche: spiccato senso organizzativo e imprenditoriale, elevata sensibilità sociale e capacità di tramandare i valori più importanti.

Lo scorso marzo hanno ricevuto entrambe a Vienna i prestigiosi “Złote Sowy” (“Gufi D’Oro”), chiamato comunamente l’”Oscar dei Polacchi all’ estero” per il loro straordinario successo nel favorire l’integrazione dei connazionali in Italia.

Bożena ed Edyta da anni si impegnano organizzando eventi ai quali partecipano centinaia di polacchi e i loro amici italiani. Le iniziative più attese in assoluto e promosse da loro sono il “Congresso Europeo dei Polacchi all’ Estero” e le feste al PalaCavicchi di Ciampino.

Bożena Wróblewska e Edyta Felsztyńska

Quest’autunno il Congresso Europeo dei Polacchi al Estero si svolgerà a Roma per la terza volta. Il programma prevede numerosi convegni, panel di discussione sui problemi più dolenti dei polacchi all’estero, una serata d’integrazione con musica e balli e tanto altro ancora. L’anno scorso per questo incontro sono giunte più di cento persone da tutto il continente.

“Purtroppo per motivi organizzativi e per lo spazio ristretto della nostra location abbiamo dovuto prevedere un numero chiuso degli invitati a questo evento” svelano Bożena ed Edyta a Naszswiat.net, il portale dei Polacchi in Italia. “Ci dispiace di non potere accogliere tutti gli interessati ma siamo felici che la voglia di stare insieme e scambiare le proprie esperienze tra chi si impegna nel sociale sia così forte in tutti noi, indipendentemente dal Paese di residenza”.

Alle feste, di solito di ballo, organizzate diverse volte l’anno a Pala Cavicchi si può venire con tutta la famiglia, bambini compresi. Animazione per grandi e piccini fa sì che questo evento venga considerato da molti il modo migliore per godersi il piacere di stare con i propri connazionali, stringere nuove amicizie e godersi la musica polacca. “ Spesso gli interessati sono così numerosi (anche 300!) che dobbiamo dividere la festa in due serate, come succede per esempio nel periodo di carnevale” spiegano Wróblewska e Felsztyńska.

Queste serate servono a divertirsi, ma sono anche occasioni di solidarietà. Quasi sempre, infatti, si raccolgono i fondi per sostenere le famiglie polacche in Italia che si sono trovate in gravissime difficoltà a causa di un lutto, una malattia o la perdita del lavoro. Tenere salda e unità la comunità polacca in Italia e non solo e offrire un aiuto sociale a chi ne ha più bisogno sono gli obiettivi principali delle attività di Bożena e Edyta.

D.W. 

Articolo pubblicato su Stranieriinitalia.it

Polonijny Oskar powędruje w tym roku do dwóch Polek z Włoch


Rzym: Spektakularna polska parada odbyła się na dwa dni przed obchodzonym we Włoszech Świętem Wyzwolenia

Blog o dwujęzyczności polskiej mamy z Włoch