in ,

Raccomandiamo vivamente il libro di prof. Andrzej Zieliński: 'Presenza polacca nell’Italia dell’entre-deux-guerres’

Questo libro è un prezioso “gioiello”!!!
Scritto in lingua polacca, tradotto da Giuliana Bertone Zieliński in lingua italiana, edito l’anno scorso in Italia nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario dell’Indipendenza della Polonia.

Nella postfazione alla “Presenza polacca nell’Italia dell’entre-deux-guerres” scritta da Giuliana Bertone Zieliński – la moglie dell’Autore scomparso nel 2008 leggiamo: “Ho trovato questo testo in un cassetto della scrivania dell’Autore, completo di note e riferimenti. Mio marito vi ha lavorato molto tempo, con la scrupolosità che gli era congeniale. Rimangono però qua e là piccoli dubbi irrisolti, che l’Autore non ha più fatto in tempo a verificare. Forse alcune considerazioni avrebbero trovato posto in altri luoghi del contesto, come sembrano suggerire le ultime frasi del libro, che però non ho voluto spostare, e neppure eliminare. Per me sono come piccole gemme che brillano seppur non racchiuse in un loro specifico castone.”

Nella dedica Giuliana Bertone Zieliński ha scritto: “Alla memoria di mio marito, Andrzej Zieliński, che ha portato alto in Italia il nome della Polonia, e il cui amore per la Polonia e per l’Italia traspare da queste pagine”.

Una parte del libro è consultabile sul sito www.books.google.it

Agata Rola-Bruni

DESCRIZIONE (www.ibs.it)

Il volume racconta, attraverso studi, saggi, articoli di stampa, memorie e aneddoti, le storie dei protagonisti, sia polacchi che italiani, coinvolti nella costruzione di ponti tra le due culture, anche quando i percorsi politici tendevano a separare le due nazioni.

Nel 1918 la Polonia ritorna sulle cartine geografiche e già a febbraio del 1919 le autorità del giovane Stato provvedono ad allacciare rapporti diplomatici con l’Italia, da sempre percepita come alleata della causa polacca. Parallelamente allo sviluppo dei contatti politici ed economici, nasce la necessita di diffondere in Italia la cultura polacca, che fino a quel momento non era mai stata oggetto di studi approfonditi. Per colmare il vuoto viene creato a Roma l’Istituto per l’Europa Orientale e si introduce l’insegnamento di lingua e letteratura polacca a livello universitario. L’Autore snoda la sua narrazione sui vari canali di trasmissione della cultura: traduzione di libri, conferenze, attività culturali dei circoli italo-polacchi, mostre e concerti di musica.

NOTA BIOGRAFICA

Andrzej Zieliński (1936-2008) docente di lingua e cultura polacca. Dal 1973 fino al 2006 e stato titolare della Cattedra di lingua e letteratura polacca all’Università degli Studi di Milano. Ricercatore appassionato nel campo delle relazioni culturali tra l’Italia e la Polonia, si e impegnato a diffondere la conoscenza della letteratura e cultura polacca in Italia e di quella italiana in Polonia. Autore di numerosi articoli, traduzioni, curatore di antologie e testi.

Oferty pracy dla Polaków we Włoszech. Aktualizacja z dn. 5 czerwca 2019 r.

Rzym: Srebrny jubileusz kapłaństwa ks. Jacka Stańka SChr